I PON. Il punto sulla situazione!

Gandolfo Torregrossa

A più di un anno  dall’approvazione  del  PON “Per La Scuola”, ( C (2014) 9952) del 17 dicembre 2014),  il programma a titolarità  del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) per il periodo 2014-2020 sembra aver superato la fase iniziale connessa alla conoscenza: della sua architettura nominativa, alle risorse messe in campo e alle modalità di partecipazione.


Il punto

Le scuole italiane cominciano conoscere  ormai i meccanismi di partecipazione per  accedere alle risorse comunitarie che ricordo sono  aggiuntive rispetto a quelle rese disponibili dal Governo nazionale. Il programma è anche uno strumento importante per sostenere le politiche italiane in materia di istruzione, a partire dalla  “La Buona Scuola” (legge 107/2015). Ci eravamo lasciati  con il mio  precedente intervento su classi 20 sulla pubblicazione dell’ avviso 9035 del 13 luglio 2015  per la realizzazione, l’ampliamento o l’adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN  del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) – Obiettivo specifico – 10.8 link dell’avviso .  L’autorità di Gestione del PON  , in quell’occasione ,   ha  messo  in linea i tre ambienti web a supporto del programma:

  1. Informazione news , normativa e notizie generali  – FONDI STRUTTURALI EUROPEI PON
  2. Piattaforma GESTIONE DEGLI INTERVENTI  per presentare e gestire i progetti PON
  3. Piattaforma per la gestione contabile amministrativa GESTIONE FINANZIARIA

I tre ambienti sono costantemente in progress perché  le  news , documentazione e  processi gestionali sono aggiornati man mano che il programma prosegue il suo percorso, va da se che per chi opera nel settore dei PON gli ambienti costituiscono oggetto di quotidiana consultazione.

IMG_5196

Procedure e prospettive

In relazione proprio agli aggiornamenti delle procedure segnalo  una comunicazione relativa alle specifiche per l’invio dei Piani alla Autorità di Gestione  Nota prot. 22259 del 30 novembre 2015.

Nel mese di ottobre  arriva il 2° nuovo importante avviso per la realizzazione di ambienti digitali  prot. 12810 del 15 ottobre 2015 e allegati  .   L’ avviso, finalizzato a migliorare le dotazioni degli ambienti digitali prioritariamente delle Istituzioni Scolastiche più deficitarie,  offre alle scuole del primo e del secondo ciclo i fondi per acquistare  tecnologie sempre più aggiornate ed efficaci  da utilizzare per la didattica in classe.

La tipologia di interventi finanziabili è la seguente:

  • SPAZI ALTERNATIVI per l’apprendimento: ambienti in genere più grandi delle aule per accogliere attività diversificate, più classi, gruppi di classi (verticali, aperti, ecc.). Tali spazi possono essere finalizzati anche alla formazione dei docenti interna alla scuola o sul territorio
  • LABORATORI MOBILI: dispositivi e strumenti mobili in carrelli e box mobili, a disposizione di tutta la scuola, che possono trasformare un’aula “normale” in uno spazio multimediale e di interazione
  • AULE “AUMENTATE” dalla tecnologia: un numero congruo di aule tradizionali arricchite con dotazioni per la fruizione collettiva e individuale del web e di contenuti, per l’interazione di aggregazioni diverse in gruppi di apprendimento, in collegamento wired o wireless, per una integrazione quotidiana del digitale nella didattica.
  • POSTAZIONI INFORMATICHE  con  alcune tipologie di strumenti : schermi informativi anche interattivi o video proiettori wireless; postazioni pc (desktop o laptop); dispositivi mobili; colonnine informative; postazioni (pc laptop o desktop); access point per esterni, hotspot; dispositivi per la lettura ottica di x-code (QR code, codice a barre); strumenti per la configurazione e produzione di badge personali e software per la loro gestione; software per registro on line o la gestione interna dell’utenza scolastica.

A fine dicembre vengono pubblicate nella pagina dei Fondi Strutturali  Europei PON le graduatorie  nazionali su base regionale del 1° avviso relativo infrastrutture di rete LAN/WLAN,  si attendono intanto le note autorizzative. Si chiude così una fase molto importante della prima candidatura e le scuole ora dovranno perfezionare il processo con la gestione del progetto autorizzato sempre con l’utilizzo delle due piattaforme di gestione  degli interventi e finanziaria.

Siamo ad oggi,  che cosa  bolle in pentola?

  1. I nuovi avvisi già  pubblicati
  2. Graduatorie su base regionale del 2° avviso Ambienti digitali ( non ancora pubblicate)

Relativamente al punto A  i nuovi avvisi pubblicati riguardano:

  1. Avviso prot. n. 398 del 5 gennaio 2016 e allegato
  1. Avviso prot. n. 464 del 7 gennaio 2016 e allegato

L’ avviso n. 398  a valere su FESR  Ob. specifico 10.8 è  rivolto a 126 Centri provinciali nazionali per l’istruzione degli adulti (CPIA) per la realizzazione delle reti LAN/WLAN , degli ambienti digitali e postazioni informatiche. Le risorse  messe in campo dal PON sono oltre 5,6 milioni di euro per dotare di Reti Wi-Fi, laboratori mobili e ambienti digitali per l’apprendimento.  Le modalità di partecipazione sono indicate in maniera dettagliata nell’avviso e comunque risultano identiche a quelle già previste nei precedenti bandi. L’area del sistema Informativo predisposta alla presentazione delle proposte resterà aperta dalle ore 8.00 del giorno 14 gennaio 2015 alle ore 14.00 del giorno 10 marzo 2016.

Per i progetti per la realizzazione di infrastrutture di rete LAN/WAN, è previsto un finanziamento massimo di 18.000 euro;

Per i progetti per la realizzazione di ambienti digitali, come spazi alternativi per l’apprendimento, laboratori mobili per varie discipline, aule tradizionali arricchite da dotazioni tecnologiche è previsto un finanziamento massimo di 25.000 euro per singolo progetto;

Per le proposte per postazioni informatiche e per l’accesso dell’utenza e del personale ai dati e ai servizi digitali della scuola, è previsto  uno stanziamento massimo di 3.000 euro.

L’ avviso n. 464 a valere su FESR  Ob. specifico 10.8 è rivolto a 18  scuole polo ospedaliere presenti sul territorio nazionale. Il finanziamento  prevede risorse per un  complessivo di  3 miliardi di euro  per il potenziamento dell’offerta formativa, il rafforzamento delle competenze degli studenti, l’innovazione degli ambienti di apprendimento e della didattica. Le scuole ospedaliere potranno utilizzare le risorse per acquistare attrezzature digitali, dispositivi e strumenti di connessione ad internet.  Si supporta , quindi , il servizio di scuola domiciliare per  garantire  agli alunni ricoverati l’effettiva possibilità di continuare il proprio percorso formativo attraverso lezioni individualizzate. Con il supporto della tecnologia verrà garantito un collegamento con le aule scolastiche per non isolare gli studenti costretti dalla malattia a lunghi periodi di cura, “un ponte tra scuole, la scuola con i propri compagni e la scuola in ospedale” .

I progetti riguardano la sotto azione 10.8.1. A3 Ambienti multimediali – Postazioni mobili.  Le modalità di partecipazione sono indicate in maniera dettagliata nell’avviso e comunque risultano identiche a quelle già previste nei precedenti bandi. L’area del sistema Informativo predisposta alla presentazione delle proposte resterà aperta dalle ore 10.00 del giorno 18 gennaio 2015 alle ore 14.00 del giorno 14 marzo 2016. Per i progetti per la realizzazione di laboratori mobili è previsto un finanziamento massimo di 10.000 euro per singolo progetto;

L a prosecuzione  del programma verosimilmente prevede nei prossimi mesi degli avvisi che riguardano la formazione , a valere sul FSE (Fondo Sociale Europeo) , con Azioni di contrasto alla dispersione scolastica  ,  Azioni volte all’innalzamento delle competenze chiave ,  Azioni di raccordo scuola-lavoro e Azioni di formazione rivolte agli insegnanti .

Comments are closed here.