eBook e Scuola. TANTE OPPORTUNITA’ PER INSEGNANTI E SCUOLE. Parlano editori e sviluppatori.

Centro Leonardo, Street Lib, De Agostini, PubCoder

Oggi l’insegnante e la scuola possono contare su diverse possibilità di pubblicare, sia avvalendosi di servizi di auto pubblicazione, che passando da editori e utilizzando software e servizi particolari. Street Lib, De Agostini, Centro Leonardo, PubCoder, ci piegano le opportunità che ciascuno di loro può offrire in questo campo.


 

Lucia Zitelli, Street Lib

Puoi spiegare in parole povere in che cosa consiste il servizio di StreetLib?

melavoroLucia: Recentemente ci è piaciuto chiamarlo “il coltellino svizzero” dell’editoria, perché rende l’idea di ciò che StreetLib è: un’unica piattaforma che fornisce a editori e autori tutti gli strumenti utili nel campo dell’editoria digitale e cartacea, dà loro tutti gli strumenti che servono per creare un libro e metterlo in vendita. Alla base c’è un’enorme passione per i libri e la volontà forte di permettere a chiunque di diffondere facilmente i propri, una volontà forte di far fluire il più possibile la lettura e i libri.

Karen Nahum, De Agostini

vfp_4554Se un docente vi volesse proporre delle pubblicazioni digitali che cosa dovrebbe fare?

Abbiamo con De Agostini Libri una piattaforma che si chiama Libromania e che intercetta nuovi autori. Proporci un manoscritto è molto semplice, basta seguire i pochi passaggi indicati dalla piattaforma www.libromania.net. Nel caso di collaborazioni dedicate ai libri di testo è possibile rivolgersi alla casella di posta: info@deascuola.it.

Ugo Falace, Centro leonardo Editore

foto-ugoChe cosa deve fare un docente per provare a pubblicare un libro digitale con Centro Leonardo?
E’ sufficiente scriverci una email al nostro indirizzo info@centroleonardo.net per entrare in contatto con noi oppure visitare il sito www.centroleonardo-education.it 

Voi aiutate in modo organizzato le scuole e reti di scuole pubbliche e private a costruire libri di testo interattivi.
Puntiamo sempre a creare una squadra costruita specificatamente per ogni progetto affinché i contenuti degli insegnanti possano diventare a tutti gli effetti materiale di studio. Per farlo collaboriamo con psicologi, designer, illustratori, sviluppatori informatici, redattori, attori e tutte le figure che si rendono necessarie per la buona riuscita del lavoro. Normalmente il nostro lavoro non prevede esborso per la scuola. Nel progetto svolto a La Spezia che citavo poco fa, la scuola non ha dovuto pagare il nostro lavoro, anzi guadagnerà una royalty per il lavoro di authoring svolto. Gli studenti stanno risparmiando oltre il 60% rispetto al libro tradizionale, possono fruire uno strumento altamente inclusivo (sono molte le attenzioni poste dai nostri psicologi e designer in questo senso) e che parla la loro lingua. Abbiamo lavorato molto per creare interazioni, video e animazioni che facilitino l’apprendimento e siamo sicuri che questo approccio sia scalabile e adattabile a molte realtà in Italia e all’estero. Non mancano infatti le manifestazioni di interesse da scuole di altri Paesi interessati a duplicare il progetto.

 Paolo Giovine, Pubcoder

unknown-2Insegnanti e scuole possono usare PubCoder per creare i loro libri, ma come possono acquisire le licenze necessarie? 

Per il settore education (primaria e secondaria) abbiamo appena raggiunto un accordo con il principale distributore italiano di settore, tra pochi giorni daremo tutte le indicazioni sul sito; stiamo per proporre tariffe davvero convenienti, vogliamo favorire in ogni modo l’adozione e l’uso. Rinnovo l’invito a partire con una trial gratuita, come detto prima si va sul sito, si scarica e si usa per un mese senza alcuna limitazione.

Oltre agli insegnanti, una scuola potrebbe stabilire con voi un accordo per la creazione dei libri? Potrebbe avere un suo chiosco, una sua visibilità come scuola?

Certamente, noi possiamo lavorare anche come un service, anche se preferiamo comunque abilitare favorire progressivamente una certa autonomia: lavoriamo per mettere nelle mani di insegnanti, studenti e creativi uno strumento utile di cui potersi appropriare, è l’unico modo per crescere davvero. Per questo basta mettersi in contatto con noi e vediamo in che modo li posiamo aiutare, soprattutto dal lato creativo e dell’uso di PubCoder per creare dei libri compatibili con i diversi sistemi.

 

a cura di Alberto Pian

Comments are closed here.