Sallihs. Un pesciolino spiega ai bambini la sicurezza, in una bellissima favola.

Andrea Trespidi & Manuel Baglieri

Una bellissima fiaba sulla sicurezza, scritta da Andrea Trespidi, illustrata da Manuel Baglieri e pubblicata da Centro Leonardo Education. Un libro interattivo e inclusivo.


AAEAAQAAAAAAAAbtAAAAJGVlNDE4YmFmLWZlYjktNGE0Ny1hYTBjLTBiOWY3OGE3MWQwOQ

Andrea ci racconti com’è nata l’idea di Sallihs?

Certo. Io sono un formatore aziendale e nella mia vita professionale sono stato responsabile della sicurezza e referente dello sviluppo risorse. Mi trovo spesso a fare formazione sulle competenze trasversali, le cosiddette soft skills: leadership, teamworking e comunicazione. Un venerdì in un’aula parlavo di ispirazione, fiducia, spirito di servizio. Dei benefici di diventare leader, di come il mondo abbia bisogno di leaders. In aula pensavo che se alcuni concetti li avessi potuti insegnare ai più piccoli non avrei avuto bisogno di faticare così tanto per insegnarli agli adulti… Così ecco l’idea di una fiaba, di una storiella.

Come mai proprio un pesciolino?

E’ una storia vera. La domenica successiva al corso abbiamo fatto una gitarella di famiglia in montagna col nostro bimbo e c’era un piccolo laghetto. Il pomeriggio una bambina di tre o quattro anni guardava incantata i pesciolini e a un certo ha chiesto ai genitori: “Ma nuotano sempre? non gli viene voglia di andare anche un po’ in montagna?” e i genitori le hanno risposto “No. I pesci non vanno in montagna.” A quel punto ho pensato, perché no? Perché non sfruttare questi momenti di ingenua e fanciullesca poesia per trasmettere dei messaggi educativi invece che ricondursi sempre alla nuda realtà? Così il giorno dopo è nato Sallihs.

La scelta di andare su iPad o su carta è stata difficile?

La fiaba l’ho scritta prima di tutto per me. Per leggerla io al mio piccolo Matteo. Ho a casa molte bellissime fiabe su carta illustrate che sono delle opere d’arte per la dolcezza della storia e la cura delle illustrazioni ma l’iPad è il suo strumento preferito, ci gioca e ci interagisce in modo naturale, è meraviglioso vederlo all’opera, piccolissimo e abile. Non c’è stata storia, volevo la fiaba su iPad.

La pubblicazione?

Sono stato introdotto al mondo dello storytelling ed education da Alberto Pian e ho avuto una grande fortuna. Quella di conoscere Ugo Falace di Centro Leonardo Education. Sono riuscito a conoscerlo a Teniamoci per Mouse del 2014. Lavorare con lui è un piacere. L’ho chiamato, gli ho raccontato la storia, era entusiasta. Mi ha detto “conosco la persona giusta per illustrarla”. Così dopo una skype call a tre è salito a bordo anche Manuel Baglieri, un grande artista. Il risultato lo potete vedere tutti e subito, è disponibile gratuitamente su iBooks Store.

Gratuita, perché?

Ho chiesto a Davide Scotti e alla Fondazione di LiHS di patrocinarla, all’interno del loro programma sulla Leadership in Health and Safety avevano già implementato dei programmi per i bambini con il MuBa, il museo dei bambini, mancava proprio un elemento per l’età dell’infanzia. Credo molto nel valore della LiHS, sono un Evangelist, credo che potremo veramente cambiare il modo con cui guardiamo alla sicurezza se avremo dei leaders che ci sapranno ispirare e credo che noi oggi dovremmo impegnarci a crescerli. Il movimento Italia Loves Sicurezza ormai è una realtà, ogni 28 aprile la giornata mondiale della sicurezza si celebra in modo sempre più innovativo e coinvolgente. Ci crediamo, e da oggi abbiamo anche Sallihs.

Non è un po’ strano per te trovarti su Classi20?

No, anzi. E’ un piacere. Sono convinto che il mondo dell’educazione, dell’insegnamento e della formazione oggi abbiano delle divisioni e delle barriere che vanno abbattute. I formatori hanno molto da imparare dagli insegnanti e viceversa. Guardo sempre con molta curiosità al mondo education e ne traggo sempre ottimi spunti. Siamo tutti giardinieri, cambiano le piante ma fra di noi avremmo molto da dirci.

Quali altri progetti hai in corso?

Stiamo portando avanti progetti sulla sicurezza che riguardano le scuole. Abbiamo in corso un esperimento importante con l’Avogadro di Torino, insieme a Rekordata e altri partner. Sarà molto interessante stimolante vedere i prodotti degli studenti.

 

Comments are closed here.