Fabula game. Appredere l’economia giocando nella scuola primaria in Italia, Spagna, Turchia, Regno Unito.

Sara Marini

Costruire un gioco per apprendere alcune basi di economia, materia molto complessa per i bambini della scuola primaria. Apprendere giocando può essere un metodo intelligente per superare le difficoltà di contenuti complessi, come mostra questa interessante esperienza che ha al centro una azienda di formazione insieme ad altri partner europei di Spagna, Turchia e Regno Unito.


I partner del progetto

Italia

Istituto Suor Orsola Benincasa
Provincia di Salerno
CONFORM – Consulenza, Formazione e Management S.c.a.r.l.

Regno Unito
Young Enterprise Northern Ireland Ltd
Glenwood School
CCEA-Northern Ireland council for the Curriculum Examinations and Assessment
Turchia
Aydin Efeler Ilce Milli Egitim Mudurlugu
Association of Aydın Young Businessman
DR. Fevzi Mürüvet Uğuroğlu Secondary school
Spagna
Colegio Caude
Ayuntamiento de Majadahonda
Formación y Education Integral (FEI)

Sara, come è nato il progetto F.A.BU.L.A

“FABULA Game” nasce nell’ambito del progetto Erasmus+ “F.A.BU.L.A – Financial And Business Learning Activities”, Strategic Partnership in School Education (codice n. 2015-1-IT02-KA201-015397), finanziato dalla Commissione Europea e va a completare un più ampio percorso formativo destinato a coinvolgere, motivare e appassionare i bambini dagli 8 agli 11 anni, alunni della Scuola Primaria, all’imprenditorialità e all’alfabetizzazione finanziaria, rimuovendo l’idea di una finanza complessa e decontestualizzata dalla vita e dalle attività quotidiane. 

Per ottenere questo risultato avete creato un gioco

Si, “FABULA Game” è un gioco da tavola che si snoda lungo un percorso di caselle che corrispondono ai luoghi della città come il centro commerciale, la banca, il parco, la scuola.

Il gioco ha l’obiettivo di consentire ai ragazzi, con il supporto dei docenti, di testare le competenze e le nozioni acquisite con il percorso formativo, rispondendo correttamente alle domande e ai quesiti proposti lungo il tabellone, per verificare l’apprendimento dei concetti di educazione all’imprenditorialità e di educazione finanziaria.

gioco2

Si può giocare in più lingue?

Abbiamo realizzato il gioco nelle lingue del partenariato (italiano, spagnolo, turco e inglese).

Avete anche pensato a una versione digitale?

Assolutamente, infatti abbiamo prodotto due versioni di Fabula Game: una digitale, fruibile gratuitamente online, e una versione stampabile, scaricabile direttamente dal portale dedicato al progetto, all’indirizzo internet www.fabula.conform.it.

schermata-2016-11-29-alle-11-15-16

 

Quali sono le peculiarità della versione digitale?

L’abbiamo pensata per offrire una maggiore interattività, giocando anche con immagini ed effetti sonori. La versione cartacea, invece, nasce con un duplice obiettivo: da un lato quello di coinvolgere i bambini nella realizzazione di un gioco vero e proprio, dal ritaglio dei singoli elementi costituenti (le carte, le pedine, il tabellone), fino all’assemblaggio degli stessi; dall’altro quello di consentire loro di riscoprire il piacere del gioco da tavola.

Come è stato accolto questo gioco?

La sperimentazione del gioco e dell’intero percorso formativo è attualmente in atto e coinvolgerà, in questa prima fase, circa 100 studenti di Scuola Primaria che provengono dai quattro paesi coinvolti nel progetto: Italia, Spagna, Turchia e Regno Unito. Dai primi riscontri ricevuti, siamo davvero soddisfatti del lavoro svolto, che ci ha visti impegnati per diversi mesi nel produrre qualcosa che consentisse ai bambini di apprendere giocando.

gioco1

Questo lavoro è stato creato all’interno di CONFORM, di che cosa vi occupate?

CONFORM S.c.a.r.l. è un’azienda che progetta, eroga e gestisce percorsi formativi innovativi. Per questo collaboriamo da oltre 20 anni con partner di prestigio nazionali e internazionali e nel tempo questi percorsi hanno coinvolto soggetti che provengono da realtà diverse, come MPI, scuole, università, istituti di credito e pubblica amministrazione, partecipando attivamente alla formazione di migliaia di persone.

  • Alla creazione di questo lavoro hanno preso parte: Alfonso Santaniello, Brunella Maio, Sara Marini, Dario De Vito, Virginia Rosania, Claudia Ponsiglione, Sandro Santaniello, Maria Rosaria Capriolo, Barbara Montuori.

Comments are closed here.