CSI in classe dal Canada. L’interessante attività di narrazione, sviluppata da Jim Kinney.

Jim Kinney

Jim Kinney docente canadese di Toronto ed Apple Distinguished Educator, ha dato vita con i suoi allievi a una interessante attività di Storytelling ispirata anche al metodo CSI.


Jim parla dell’importanza della narrazione a scuola

Grazie a questo progetto i tuoi studenti sono “usciti dal guscio”

E ‘stato estremamente gratificante vedere studenti che in molti casi non avevano capacità di usare la loro voce per raccontare o erano in difficoltà nel raccontare qualcosa di loro stessi, uscire coraggiosamente dal guscio e rischiare di aprirsi a me, ai loro compagni di classe e al resto il mondo. Le storie che i nostri studenti hanno condiviso erano a volte profonde, profondamente commoventi e di grande ispirazione: Ho visto i ragazzi maturare la consapevolezza dell’importanza delle loro storie, e questo è stato veramente gratificante sia per loro e me.

Tu credi molto nella forza della narrazione

Credo davvero che la potenza della narrazione sia più importante che mai in tutto il programma di studi. Il fatto che abbiamo più di 1 trilione di oggetti sul web con 1,8 miliardi che si aggiungono ogni giorno, significa che siamo travolti da un diluvio di informazioni. Queste informazioni, senza la componente di valore aggiunto della narrazione, saranno del tutto irrilevanti. Lo storytelling è una pratica importante, addirittura cruciale ed efficace, perché costituisce il fondamento di un cittadino informato e consapevole; è una competenza digitale fondamentale per ogni studente del 21 ° secolo pronto a entrare nel mondo del lavoro.

Il progetto

Sono stati formati dei gruppi di studenti, ognuno dei quali ha ricevuto una Mistery Box. La Mistery Box è una scatola che contiene tutta una serie di oggetti: fotografie, cartoline, oggetti vari personali, che rappresentano la base per costruire la storia. Ciascun gruppo di studenti deve utilizzare questi oggetti per costruire una storia ben precisa, secondo i canoni dello storytelling.

Misteri Box

Un esempio di Mistery Box

Misteri box foto

Il contenuto è molto vario. Naturalmente ci devono essere anche delle fotografie.

 

Ciascun gruppo si è quindi dovuto mettere al lavoro per esplorare il contenuto della Mistery Box. Il contenuto viene trattato come in un caso CSI. Devono essere individuati elementi di prova e indizi utili a ricostruire la storia. Naturalmente non c’è una vera storia da ricostruire, bisogna che la storia sia creata tenendo conto degli elementi trovati nella Mistery Box.

I gruppi quindi cominciano a formulare delle ipotesi e a vedere se queste ipotesi reggono, se sono coerenti, se giustificano le prove e gli indizi reperiti nella Mistery Box.
Dopo aver attentamente esaminato il contenuto bisogna poi raccogliere le idee narrative in una mappa. Con questa mappa, si collegano le prove e la trama in modo da formare una narrazione.

Poco per volta la storia comincia a prendere forma in una prima struttura narrativa, che implica la costruzione di un Plot e di una Sinossi. A questo punto la storia deve prendere vita. Bisogna costruire i caratteri dei personaggi, bisogna disegnarli, rappresentarli visivamente. Per questo si disegna, ovviamente, ma si costruiscono anche modelli 3D animati.

La rappresentazione della storia è quindi formata da una serie di elementi scritti, grafici, visuali, orali, che narrano la storia e, allo stesso tempo, mostrano tutti gli aspetti. In questa rappresentazione non possono mancare gli strumenti per tracciare lo storyboard della narrazione.

Da un punto di vista didattico, è interessante notare che gli studenti devono anche elaborare una meta rappresentazione del loro lavoro. Devono cioè spiegare, in modo discorsivo, tutte le tappe nella realizzazione del loro storytelling.

Mappa

Esempio di mappa per strutturare le relazioni fra i personaggi e gli eventi della storia.

carattere dei personaggi

Disegnare / rappresentare i personaggi.

appa adobe storytelling

Disegno della locandina.

Caratterizzazione dei personaggi

Esempio di caratterizzazione dei personaggi.

Le applicazioni Adobe

Le applicazioni Adobe hanno avuto un ruolo particolare per la realizzazione del progetto. Le applicazioni Adobe per iPad sono fondamentali in progetti di questo tipo perché consentono di lavorare a tutto campo. Possiamo elaborare tutte la parti visuali, ma anche progettare lo storyboard, produrre filmati e organizzare il lavoro attraverso il social Behance. Behance ha rappresentato un punto di eccezionale importanza per il progetto. Grazie a questo social specifico per le creazione grafiche, gli studenti hanno trovato un ambiente appropriato per lo sviluppo e la gestione del progetto e di tutte le idee che hanno ruotato intorno alla loro narrazione. Infatti ogni Team ha creato un progetto in Behance, includendo anche il professore.

Behance

Lo spazio Behance di Jim Kinsey.

 

Riferimenti utili

  • Per organizzare il progetto Jim ha usato Adobe Bheance. Uno dei metaracconti del progetto, realizzato da uno dei gruppi di studenti, si trova a questo indirizzo. La traccia di Jim sulla strutturazione di una metanarrazione
  • Le risorse impiegate, documenti e ulteriori spiegazioni del progetto, si trovano a questo indirizzo.

 

Comments are closed here.